Tag Archives: danza con la spada

Cairo Stars Show: un grande spettacolo firmato Marhaba

Marhaba è quasi una parola magica: dischiude la porta delle emozioni, della musica di qualità, della danza senza frontiere vissuta per il piacere di danzare.
È successo anche il 3 maggio, al Teatro Roma, con Cairo Stars Show, un grande spettacolo con protagonisti d’eccezione.

Saad Ismail e Hosam el Mansy @Marhaba Cairo Stars Show

Saad Ismail e Hosam el Mansy @Marhaba Cairo Stars Show Photo by Daniele Cinà per ladanzaorientale.com

Il meglio della danza orientale a Roma, il meglio della danza orientale in Italia per rendere omaggio all’Egitto e ai suoi maestriHosam El Mansy, per la prima volta a Roma, Saad Ismail, che a Roma vive  e lavora da decenni, formando intere generazioni di maestre e di ballerine, Ashraf Said, mago indiscusso delle percussioni, ma soprattutto lei, Raqia Hassan, la madrina di Marhaba fin dai suoi esordi, la grande artista che ha dato vita al più importante festival del Cairo.
Dopo il successo ormai consolidato del grande festival invernale, Marhaba diventa così un grande evento di primavera, con le due direttrici artistiche, Maryem e Shahinaz, e la madrina Madame Samira che danno il loro caloroso benevenuto a tutti gli artisti ospiti.

Perla Elias Nemer e Amirat @Marhaba Cairo Stars Show

Perla Elias Nemer e Amirat @Marhaba Cairo Stars Show – Photo by Daniele Cinà per ladanzaorientale.com

Sul palcoscenico sono alternati diversi gruppi e altrettante troupe leader: anzitutto Maryem Oriental Dancers e Shahinaz Group con le rispettive maestre, poi la Ismail Oriental Dance Company, che ha danzato insieme a Saad Ismail e a Hosam El MansyPerla Elias Nemer con le sue AmiratAmina’s FlowersMarika Suhayma e le Lune d’OrienteRamona Nawal e la compagnia Ametista, le SuadSuelo e il suo gruppo, Elisa Rajaa e i Petali dell’HaremAisha e le Figlie di Ra. Altrettanti stili, dal modern sharqi al baladidal Reda Style a un omaggio a Omar Khorshid e al sound anni ’70, dal gypsy al Ladies’ Dabkeh allo stile argentino passando per la danza con gli oggetti: la spada, il bastone, i fan veilsvelodoppio velo e ali di Iside… il tutto, a tratti accompagnato dalla maestria delle percussioni di Ashraf Said e sempre, proprio sempre, da tanto entusiasmo e voglia di danzare assieme, di manifestare così il proprio amore per la danza.

Hosam el Mansy e Maryem: gran finale @ Marhaba Cairo Stars Show

Hosam el Mansy e Maryem: gran finale @ Marhaba Cairo Stars Show – Photo by Daniele Cinà per ladanzaorientale.com

Questo sentimento fortissimo è culminato in un originale omaggio a tutti i paesi arabi, in cui ogni ballerina portava una bandiera e vi danzava come fosse un velo, e in un gran finale di danza libera e spontanea, una vera e propria improvvisazione che ha intrattenuto il pubblico fino a tarda sera.
Grandissimo inizio per uno straordinario evento di primavera, che ha contato una sola grande assente: proprio Raqia Hassan, la maestra a cui tutto questo è dedicato, che per un problema di salute non ha potuto essere presente. Ma di sicuro, tutta l’energia e la gioia di questa serata in suo onore le porterà una prontissima guarigione!

Share/Bookmark

Marta Amira

La passione per la danza di Marta inizia all’età di 7 anni quando muove i primi passi sulle note di canzoni popolari italiane e polacche della Tarantella, della Polka e della Mazurka gareggiando con altri gruppi durante i celebri “Giochi della Gioventù”; successivamente studi propedeutici sono sfociati in uno studio serio della danza classica e moderna dal 1991 presso l’Associazione “Mondial Dance” di Roma. Sotto la guida del maestro Stefano Sellati, ballerino della RAI negli anni’80, Marta partecipa a spettacoli articolati in veri e propri Musical tenuti al “Teatro Vittoria” e al “Teatro Manzoni” di Roma e a rassegne di danza a Roma ed in Italia. La danza moderna si accompagna a studi di danza classica prima con l’insegnante Giovanna Cardardella, poi con la maestra Ivana Gattei, diplomata al Teatro dell’Opera di Roma.

Marta Amira ladanzaorientale.com

Marta Amira ladanzaorientale.com

A seguito di un crescente interesse per il mondo Arabo, durante gli anni universitari, si avvicina alla sua lingua alla sua cultura e alla sua danza. Intraprende così inizialmente un suo studio teorico attraverso alcune pubblicazioni edite in Italia. Dal 2005 si dedica allo studio pratico della danza orientale con l’insegnante Zahra Hannan (Marìa Auxìlìa Zara Mantuano), allieva dei maestri Esmat Osman e Saad Ismail, pilastri della danza orientale in Italia. Con lei si esibisce in spettacoli di danza, musica e poesia araba.
Nel 2007 conosce Rita Jasmine (Rita Italia), ballerina dall’esperienza ventennale nel teatro come attrice e coreografa (allieva di Saad Ismail, Mahmud Reda, Hossam Ramzy, Raquia Hassan), che si esibisce in tutto il paese ed è considerata uno dei punti di riferimento di quest’arte in Italia. Segue Jasmine per vari anni e in molti spettacoli. Con Daniela Negma (Daniela Molinini), ballerina formata sotto la guida di maestri egiziani e siriani, apprendende l’uso di strumenti quali il bastone, la spada, il velo e doppio velo, candelabro. Con l’arrivo in Italia della nota coreografa algerina Djamila Henry Chebra, direttrice della compagnia Arabesque di Lione e coautrice del libro ”La Danza nel Mondo Arabo”, nell’Ottobre del 2008, Marta partecipa ad uno stage  a Roma presso “La Maison de la Danse” in cui apprende la tecnica dello Stile Raqs Sharqi Classico Egiziano.
Con l’eccezionale arrivo in Italia del ballerino e coreografo siriano Nazir Merzo, fondatore dell’ accademia orientale di Vienna, partecipa nel Marzo 2009 al seminario di Dabka Siriana, ballo di gruppo siro-libanese. In occasione dell’VIII edizione del I Festival Internazionale di Danze Orientali in Italia, “Stelle d’Oriente”, organizzato dal “Centro Studi Aziza” di Torino, approfondisce la tecnica dei cimbali (sagat) con Ansuya Rathor, una delle più talentuose danzatrici e coreografe nel mondo, solista del celebre gruppo americano Bellydance Superstar.
A Settembre 2008 partecipa come ballerina con coreografie di Luca Tomassini al concerto di Elisa dal titoloMechanical Dream (Palalottomatica Roma).
Negli anni continua a studiare la tecnica araba con varie insegnanti (Assia Guemra, Wael Mansour docente internazionale di nazionalità egiziana di stile hagalla e saidi , Valentina Naima, Mia Sauri, Silvana Martinz, Nada Chouaib, Lara Rocchetti, Valentina Mahira e Verdiana Nour). Partecipa nel 2009 alla Master Class del IV Belly Dance Festival di Roma organizzato dal TAUS Club alla sessione speciale dedicata alle professioniste e alle danzatrici avanzate con la coreografa Raquia Hassan, maestra delle dive del Cairo e Presidente del Festival internazionale del Cairo “Ahlan Wa Sahlan”, e Soraya Zaied, attualmente tra le più note ballerine orientali egiziane. Con loro apprende il cosiddetto “Stile Cairo” fatto di piccoli movimenti, vibrazioni, spostamenti nello spazio e comprensione dell’espressione musicale araba.

Marta in arte Amira

Marta in arte Amira ladanzaorientale.com

Dall’estate del 2008 Marta Amira si esibisce in locali arabi come solista, durante feste private cercando di trasmettere sempre l’aspetto artistico di questa danza (Palazzo Brancaccio, Auditorium del Massimo, Teatro Edoardo De Filippo, Teatro Vittoria, Teatro San Genesio, Auditorium S. Caterina/S. Chiara, Teatro Vigano, Cantiere Teatrale, Teatro dell’Angelo, Teatro Flavio, Teatro Vascello, Teatro Anfitrione, Casa della Pace, Ass. Assisi33, Ass. Le Piramidi, Shanti-Roma, Complesso monumentale Ara Pacis Augustae, Concerto di Elisa “Mechanical Dream” al Palalottomatica, Castello Maccarese).
Partecipa nell’aprile 2011 come danzatrice-modella al workshop “FOTOGRAFIA DI SCENA. LA NARRAZIONE DELPALCOSCENICO” tenuto da Lucia Baldini, fotografa di Carla Fracci, presso Officine Fotografiche di Roma, volto alla realizzazione di un servizio fotografico nell’ambito della danza medio-orientale.
Dall’Ottobre 2008 insegna danza del ventre a Roma. Le lezioni di Marta pongono particolare cura ed attenzione alla postura, alla grazia ed eleganza, alla leggerezza ed alla flessibilità dei movimenti che caratterizzano in primis il regno della danza,e in particolare della danza classica. Al termine delle lezioni pratica inoltre alcune posizioni Hata Yoga, fondamentali per sviluppare flessibilità e scioltezza.

Marta insegna a Roma presso:
-  Ass. Cult. Oriente-Occidente via Andrea Doria 40a (Prati-Balduina)
-  Accademia Internazionale d’Arte via Cavour 183a (Monti-Termini)
-  Centro Studio Danza via F. Luscino 102 (Tuscolana-Giulio Agricola)

Contatti: Marta Amira
info@martaamiradanzadelventre.it

 

 

 

 

Copy Protected by Chetans WP-Copyprotect.